Vantaggi e svantaggi degli affitti brevi per i possessori di immobili: il trend del 2023 e le previsioni per il 2024

Pubblicato il 28/12/2023
Tempo di lettura: 5 minuti

Quali sono davvero i vantaggi e svantaggi degli affitti brevi per i possessori di immobili?

Gli affitti brevi sono una forma di locazione di immobili ad uso abitativo per un periodo di
tempo limitato
, solitamente inferiore a 30 giorni. Questa soluzione è molto apprezzata
perché più economica e flessibile e generalmente consente ai turisti di soggiornare in
un’abitazione privata per un periodo breve.


Oggi affrontiamo l’argomento dal punto di vista dei proprietari di immobili interessati ad una rendita da affitti brevi.


Vantaggi degli affitti brevi per i possessori di immobili

Vantaggi e svantaggi


Ottieni una rendita aggiuntiva


Gli affitti brevi rappresentano un’opportunità per i possessori di immobili di generare una
rendita aggiuntiva o per coprire le spese di gestione di un immobile. La media del canone
di locazione giornaliera per un appartamento in Italia è stata di 100 euro circa nel 2023. In
questo caso un proprietario potrà generare una rendita aggiuntiva superiore ai 10.000
euro all’anno
.


Flessibilità


Gli affitti brevi possono essere gestiti in modo flessibile, consentendo al proprietario di
scegliere le date e gli orari di disponibilità dell’immobile. Questo è un vantaggio per i possessori di immobili che hanno altri impegni o che desiderano affittare il proprio immobile solo durante determinati periodi dell’anno, magari i periodi nel quale non lo occupano.

Riduzione dei rischi


Gli affitti brevi presentano un rischio minore rispetto agli affitti di lunga durata, in quanto
l'immobile è occupato per un periodo di tempo più breve ed in caso di mancato pagamento
del canone di locazione il proprietario può recuperare più facilmente l'immobile.

Svantaggi degli affitti brevi per i possessori di immobili

Vantaggi e svantaggi


Lavoro più impegnativo


La gestione degli affitti brevi può essere più impegnativa rispetto agli affitti di lunga durata,
in quanto i proprietari devono occuparsi di trovare i clienti, gestire le prenotazioni e
garantire la pulizia e la manutenzione dell'immobile lungo tutto il periodo di attività.


Rischio di danni


Gli affitti brevi presentano un rischio maggiore di danni all'immobile rispetto agli affitti di
lunga durata, in quanto l'immobile è occupato da un numero maggiore di persone. In caso
di danni all'immobile, il proprietario sprovvisto di assicurazione può essere costretto a
sostenere delle spese di riparazione o sostituzione.


Rischio di problemi con i clienti


I proprietari di immobili che affittano in breve periodo possono riscontrare problemi con i
clienti
, come ad esempio ritardi nelle prenotazioni o problemi con la pulizia o la
manutenzione dell'immobile, senza considerare le difficoltà nella comunicazione con gli
ospiti di lingua straniera.

Trend del 2023 per agli affitti brevi

Vantaggi e svantaggi


Il settore degli affitti brevi ha registrato una forte crescita nel 2023, grazie alla ripresa del
turismo post-pandemia. Secondo un'indagine di AirDNA, nel 2023 il numero di
prenotazioni di affitti brevi in Italia è aumentato del 20% rispetto al 2022.

I principali trend che hanno caratterizzato il settore degli affitti brevi in Italia nel 2023 sono i
seguenti:

  • Aumento del numero di prenotazioni: come già accennato, il numero di prenotazionidi affitti brevi in Italia è aumentato del 20% nel 2023 rispetto al 2022. Questo aumento è stato trainato dalla ripresa del turismo post-pandemia, con un ritorno dei turisti stranieri in Italia.
  • Aumento dei prezzi: i prezzi degli affitti brevi in Italia sono aumentati nel 2023, in linea con la crescita dell'inflazione, in particolare i prezzi sono aumentati del 5% per le città d'arte e del 3% per le località di montagna.
  • Diffusione nelle aree interne: il settore degli affitti brevi si sta diffondendo anche nelle aree interne dell'Italia, in particolare nelle località turistiche meno conosciute. Questo è dovuto alla riscoperta del turismo nelle aree interne, che offre ai turisti un'esperienza più autentica e rilassante.
  • Aumento dell'offerta: l'offerta di immobili disponibili per affitti brevi in Italia è aumentata nel 2023, grazie alla crescita del numero di proprietari che decidono di affittare il proprio immobile per brevi periodi.

Fattori che hanno contribuito alla crescita del settore


La crescita del settore degli affitti brevi in Italia è stata determinata da 3 fattori principali:

  1. La ripresa del turismo post-pandemia: la ripresa del turismo post-pandemia ha portato a un aumento della domanda di alloggi per turisti.
  2. La crescente diffusione delle tecnologie digitali: le tecnologie digitali hanno reso più facile per i proprietari di immobili e i turisti trovare e prenotare affitti brevi in modo semplice e sicuro.
  3. La crescente attenzione al turismo sostenibile: i turisti sono sempre più attenti al turismo sostenibile e preferiscono soggiornare in immobili che rispettino l'ambiente e la cultura locale.


Previsioni positive per il 2024

Vantaggi e svantaggi


Le previsioni per il settore degli affitti brevi in Italia nel 2024 sono positive, si stima infatti
che il numero di prenotazioni continuerà a crescere, anche se a un ritmo più lento rispetto
al 2023.

La crescita del settore sarà trainata da una serie di fattori, tra cui:

  • La continua ripresa del turismo: la ripresa del turismo, anche se ancora lontana dai livelli pre-pandemia, dovrebbe continuare nel 2024.
  • L'aumento dell'offerta di immobili disponibili: l'offerta di immobili disponibili per affitti brevi in Italia è aumentata nel 2023, grazie alla crescita del numero di proprietari che decidono di affittare il proprio immobile per brevi periodi. Questa tendenza dovrebbe continuare nel 2024.
  • La crescente diffusione delle tecnologie digitali: le tecnologie digitali, come le piattaforme di prenotazione online, continueranno a facilitare la ricerca e la prenotazione di affitti brevi.


Trend specifici per il 2024


Oltre ai fattori di ripresa generali si possono presumere alcuni trend specifici che
potrebbero caratterizzare il settore degli affitti brevi in Italia nel 2024 come la crescita degli
affitti brevi nelle aree interne. Il settore degli affitti brevi si sta diffondendo anche nelle aree interne dell'Italia, in particolare nelle località turistiche meno conosciute. Questo è dovuto alla riscoperta
del turismo nelle aree interne, che offre ai turisti un'esperienza più autentica e rilassante,
lontana dal caos quotidiano, o dalle file tipiche del turismo “classico”.

Vuoi ridurre i rischi e aumentare i vantaggi?


Assicurati che l'immobile sia pulito, ben arredato e dotato di tutti i comfort necessari.
Scatta delle belle foto dell'immobile e dei dintorni e scrivi una descrizione dettagliata dell'immobile e delle sue attrazioni. Cerca di offrire prezzi competitivi e pensa a delle offerte speciali per i periodi di bassa stagione.

Se vuoi scoprire come avere più prenotazioni, puoi leggere il blog che abbiamo scritto.

Conclusioni


Il settore degli affitti brevi in Italia è in forte crescita e rappresenta un'opportunità
redditizia per i proprietari di immobili. Se possiedi un immobile in una zona interna italiana e desideri delegare la maggior parte del lavoro necessario a digitalizzare il tuo immobile, gestire le prenotazioni ed i pagamenti massimizzando la tua possibilità di guadagno contattaci subito, non applichiamo nessuna penale!

Categorie:
Esplora
Supporto
Menu
menu linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram